COMUNICAZIONI DEL SINDACO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO IDRICO

Importanti
primo-piano
notizie
avvisi
Data:

11 maggio 2022

Visite:

780

Tempo di lettura:

13 min

COMUNICAZIONI DEL SINDACO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO IDRICO
COMUNICAZIONI DEL SINDACO AGLI UTENTI DEL SERVIZIO IDRICO

Riordino gestione del Servizio Idrico Integrato: in arrivo le bollette dei consumi 2020 e 2021

Comunicazioni del sindaco agli utenti

 

Cari concittadini,

 

come risaputo, il Municipio di Olzai ha realizzato l’acquedotto Bisine e ha sempre gestito le attività di captazione e distribuzione dell’acqua potabile all’interno dell’abitato.

A partire dagli anni Sessanta, la gestione dell’acquedotto è stata integrata con il servizio di fognatura e, più recentemente, con un impianto di depurazione dei reflui.

Venti anni fa – con l’incremento delle fonti di approvvigionamento idrico e la realizzazione di nuovi depositi di raccolta in località Lepatzai – la Giunta comunale guidata dal sindaco Giovannino Moro è riuscita a soddisfare le esigenze delle utenze.

Da quel momento, le Amministrazioni comunali che si sono alternate dal 2005 al 2020 hanno garantito l’erogazione quotidiana dell’acqua potabile in tutti i rioni del paese; anche nei periodi estivi, con interruzioni del servizio limitate agli orari notturni (in alcuni periodi di estrema siccità) o causate da imprevisti alla rete idrica urbana risolti, quasi sempre, nell’arco di una giornata.

Ora, gran parte degli olzaesi sono molto orgogliosi dell’autonomia idrica mantenuta dal Municipio che – rispettando la volontà popolare – alla fine degli anni Cinquanta non aveva consegnato gli impianti idrici al Consorzio Govossai e, più recentemente, alla società Abbanoa spa.

Un’autonomia sancita dalla Legge regionale n. 25 del 2017 e dalla Sentenza n. 65/2019 della Corte Costituzionale. Due importanti provvedimenti che hanno riconosciuto la legittimità della gestione autonoma del servizio idrico per Olzai e per altri ventinove comuni della Sardegna che avevano costituito il Comitato Gestioni Autonome Servizio Idrico (GASI).

Tuttavia, negli ultimi tempi la gestione autonoma del sistema idrico è diventata sempre più complicata e onerosa, soprattutto dopo l’introduzione della Legge Galli del 1994 e del Codice dell’ambiente del 2006.

Come previsto dalle normative nazionali e comunitarie in continua evoluzione, l’autonomia gestionale comporta – anche per i piccoli comuni montani sotto i mille abitanti – il mantenimento di alcuni requisiti tecnici e commerciali, il rispetto di alcuni standard minimi di qualità secondo diversi parametri di efficienza, efficacia ed economicità del servizio idrico.

Oltre agli oneri per il funzionamento delle reti e per la manutenzione degli impianti, la gestione autonoma del servizio idrico a carico del Municipio comporta anche dei periodici controlli sanitari e complicati adempimenti burocratici derivanti dalla qualifica di esercente un’attività disciplinata dall’Autorità di Regolazione per l’Energia, Reti e Ambiente (ARERA) e sotto il controllo dell’Ente di Governo dell’Ambito della Sardegna (EGAS).

La nostra Amministrazione comunale insediatasi alla fine del 2020 – dopo aver accertato diverse criticità gestionali e ritardi – ha deciso non solo di mantenere la gestione autonoma di questo servizio pubblico essenziale, ma di regolarizzare e/o di concludere entro il 2022 una serie di attività amministrative e finanziarie anche per evitare sanzioni a carico del Comune di Olzai, contenziosi con gli utenti e prescrizioni dei canoni.

Così, lo scorso anno abbiamo stanziato le risorse necessarie per liquidare tutte le quote consortili arretrate e dovute all’EGAS per gli anni dal 2012 al 2020; abbiamo eseguito l’iscrizione obbligatoria al Sistema Informativo Integrato (SII) per avviare la gestione telematica del “bonus idrico” eventualmente spettante agli utenti; con l’assistenza della società specializzata Enersud srl di Cagliari, abbiamo avviato la raccolta dei dati, riordinato gli archivi degli utenti con il supporto di un nuovo software e, lo scorso mese di dicembre, emesso le fatture arretrate per l’acqua già consumata dagli olzaesi e per i servizi di depurazione e fognatura puntualmente forniti dal Comune negli anni 2016, 2017, 2018 (conguaglio) e 2019, applicando le tariffe approvate nel 2010 e disponendo – tramite la piattaforma digitale nazionale PAGO PA – comodi pagamenti rateali e dilazionati delle bollette fino al 2024 (vedi l’allegata tabella delle scadenze).

In queste ultime settimane, gli uffici comunali stanno predisponendo gli atti necessari per ottenere il definitivo riconoscimento dell’autonomia gestionale del servizio idrico (come previsto dall’art. 147, c. 2bis, let. a) del Decreto Legislativo n. 152/2016) e da trasmettere all’EGAS in tempo utile per rispettare la scadenza vincolante del 1° luglio 2022 disposta dal Governo Draghi con la Legge n. 233/2021.

Prossimamente, sarà inoltre indispensabile approvare una rimodulazione delle tariffe vigenti, in modo da assicurare il recupero integrale dei costi di esercizio e di investimento realmente sostenuti dal nostro Comune per la gestione complessiva del Servizio Idrico Integrato, così come prevede il vigente Codice dell’Ambiente.

Nel sito internet ufficiale del Comune di Olzai è attiva una pagina web informativa interamente dedicata al servizio idrico e dove troverete anche la nuova Carta dei Servizi approvata dalla Giunta comunale il 26 marzo 2022.

A partire dai consumi rilevati nel 2022, il Comune sarà in grado di emettere e recapitare agli utenti due bollette con cadenza semestrale (per i consumi medi annui fino a 100 metri cubi) e tre bollette con cadenza quadrimestrale (per consumi medi annui superiori a 100 mc).

Siamo ben consapevoli che questo improrogabile percorso di riordino organizzativo e contabile comporta per il nostro piccolo comune un impegno amministrativo e finanziario non indifferente, insieme a qualche inevitabile disagio per le famiglie meno abbienti per quanto riguarda il pagamento rateale delle bollette arretrate.

Vi preghiamo di accettare le nostre scuse per l’irripetibile accumulo delle bollette, ma non possiamo operare diversamente per sanare tutti i canoni arretrati, allineare i dati contabili all’anno 2021 ed avviare la riscossione puntuale delle successive annualità.

E per mantenere la gestione autonoma dell’acquedotto comunale Bisine, confidiamo nella più ampia collaborazione e comprensione della cittadinanza anche per la copertura dei costi del servizio idrico già sostenuti dal Comune nel quinquennio precedente, per il puntuale pagamento delle fatture dei consumi rilevati nel biennio 2020-2021 e delle future bollette.

Raccomandiamo, infine, di evitare sprechi e usi impropri dell’acqua potabile soprattutto nel periodo estivo, di verificare periodicamente il buon funzionamento del contatore e dell’impianto idrico domestico e segnalare eventuali anomalie ai seguenti uffici comunali:

- Ufficio Ruoli Servizio Idrico Integrato: per segnalare autoletture o eventuali errori delle letture fatturate, tel. 0784.182.75.68; email servizioidricoolzai@comune.olzai.nu.it

- Ufficio Tecnico Comunale: per segnalare guasti alla rete idrica e mal funzionamento del contatore installato nell’utenza, tel. 0784.182.76.93, email ufficiotecnico@comune.olzai.nu.it - servizioidricoolzai@comune.olzai.nu.it.

 

Olzai, 11 maggio 2022

 

Maria Maddalena Agus

Sindaco / Responsabile del Servizio Idrico Integrato

 

LINK alla pagina web dedicata al servizio idrico:

https://www.comune.olzai.nu.it/index.php/tzente/pagine/servizio_idrico_integrato

 

Ultimo aggiornamento: 16/05/2022, 11:22

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri